Paola Lattanzi

Paola Lattanzi

DANZA CONTEMPORANEA
DANZA CLASSICA
GIOCO DANZA

Laureata alla Amsterdam University of the Arts in coreografia (SNDO-School for new dance development). Dal 2002 collabora con la Compagnia Enzo Cosimi, nel 2014 l’assolo “Sopra di me il diluvio”, presentato alla biennale danza di Venezia, vince il premio “Danza & Danza” come miglior spettacolo italiano. Nel 2015 vince il premio "Tersicore" come migliore interprete contemporanea. Il suo primo lavoro viene presentato ad “Amsterdam IT’s Festival” nel 2003 da allora si dedica alla coreografia e alla formazione. Dal 2005 al 2007 è ideatrice, organizzatrice e direttrice del festival "il pozzo dei desideri" una rassegna di arte performative nel pozzo di San Patrizio ad Orvieto (patrocinata da Sistema museo). Dal 2007 al 2012 realizza per la compagnia di teatro danza per ragazzi TPO le coreografie di "Barocco", "Kindur" e “Babayaga” con i quali la compagnia vince i premi: Premio Feten 2010 Gjon (ES). Dal 2014 è docente presso la Civica Paolo Grassi (corso teatro danza coordinato da Marinella Guatterini) per la quale realizza: “ZOO” (2015) e “I’m the king” (2017). Nel 2016 cura le coreografie per il documentario di Sky “Dante’s Inferno”.

Nel 2018 crea per e in collaborazione con la compagnia Progetto Brockenhaus “Dopo la fine” (Prodotto da LAC Lugano In scena).

Un percorso nel gioco alla scoperta del corpo, dello spazio, dell’altro. Il corso vuole offrire al bambino lo spazio per liberare la propria espressività motoria partendo dal piacere del movimento e trasformando progressivamente le azioni naturali e il gioco in danza, nel rispetto della naturale predisposizione di ciascuno. E' essenziale insegnare la concentrazione e il saper essere nel proprio corpo. L'approccio alla danza è naturale, non ci sono giudizi o “passi” sbagliati, ma solo tante possibili soluzioni personali. Attraverso semplici proposte di sequenze strutturate, i bambini esercitano controllo e precisione nel movimento, migliorando l’organizzazione delle abilità corporee. L’improvvisazione permette di alimentare la creatività di ognuno e favorire l’emergere della personalità.

"Il bambino che si concentra è immensamente felice". -Maria Montessori-

 

Un percorso nel gioco alla scoperta del corpo, dello spazio, dell’altro. Il corso vuole offrire al bambino lo spazio per liberare la propria espressività motoria partendo dal piacere del movimento e trasformando progressivamente le azioni naturali e il gioco in danza, nel rispetto della naturale predisposizione di ciascuno. E' essenziale insegnare la concentrazione e il saper essere nel proprio corpo. L'approccio alla danza è naturale, non ci sono giudizi o “passi” sbagliati, ma solo tante possibili soluzioni personali. Attraverso semplici proposte di sequenze strutturate, i bambini esercitano controllo e precisione nel movimento, migliorando l’organizzazione delle abilità corporee. L’improvvisazione permette di alimentare la creatività di ognuno e favorire l’emergere della personalità.

"Il bambino che si concentra è immensamente felice". -Maria Montessori-

 

La pratica è finalizzata alla ricerca di un vocabolario di movimento che unisca conoscenza e spontaneità, istinto e consapevolezza. Dal riconoscimento degli automatismi alla riscoperta degli istinti cinetici, partendo dalle leggi fisiche che rendono disponibile il corpo a percepire e seguire diverse qualità/flussi/ritmi. Successivamente con combinazioni di movimento più lunghe e articolate avremo l’opportunità di sperimentare l’utilizzo delle diverse dinamiche, le transizioni dall’una all’altra e l'influenza del tempo e dello spazio.

"Prima danza. Dopo pensa. È l’ordine naturale delle cose"- Samuel Beckett-

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Privacy Policy.