DANZA IRLANDESE Milano

DANZE IRLANDESI ragazze/i

Le danze soliste si distinguono in base al ritmo musicale su cui vengono eseguite (jig, slip jig, reel o hornpipe) e a seconda del tipo di scarpe indossate: “light shoes” (note anche come “soft shoes”) o “heavy shoes” (note anche come “hard shoes ” e “jig shoes”). Le prime sono scarpe leggere simili alle mezzepunte da danza classica, mentre le seconde sono scarpe pesanti simili a quelle da tip tap, dotate di una punta in vetroresina e di un tacco in legno vuoto per produrre un suono… e fare davvero tanto “rumore”! I corsi “Solo” per ragazzi prevedono l’insegnamento delle danze soliste e l’utilizzo di entrambe le tipologie di scarpe (light e heavy), con graduale aumento della difficoltà nel corso dell’anno accademico. Lo scopo principale è il divertimento praticando però una disciplina artistica e sportiva a tutti gli effetti con l’insegnamento dei valori positivi che ne consegue. Ci sarà però anche la possibilità di preparare esami, competere in gare internazionali fino a giungere, per volontà e merito, anche ai mondiali a cui l’insegnante Perla ha partecipato nel 2017 e nel 2018 qualificandosi tra le prime 5 agli europei.

Giorni e orari

  • Data inizio: Martedì, 04 Settembre 2018
  • Giornate: martedì
  • Orari: 17.00-18.50

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria di Corte Regina
338 66 11 784
Contattaci via email

Istruttore

DANZE IRLANDESI
Dopo aver frequentato per sette anni corsi di danza classica e moderna, si avvicina alla danza irlandese grazie alla forte passione maturata per l’Irlanda e per la sua musica tradizionale. Nei corsi dell’Accademia Gens d’Ys, fondata nel 1993 e attiva su tutto il territorio nazionale, trova l’occasione giusta per crescere tecnicamente. Sotto la guida del presidente dell’Accademia Umberto Crespi, da settembre 2012 entra a far parte della compagnia di ballo dell’Accademia, partecipando ai più Grandi Festival Italiani come ballerina del Gruppo Spettacoli.
Approfondisce le proprie conoscenze con la vice campionessa mondiale di danze irlandesi Sinead Venables e frequenta masterclass con insegnanti certificati sia irlandesi (Ann Gibbons, Lorraine Farrell) che italiani (Cristina Pini, Anna Cislaghi e Eleonora Granese).
Grazie all’insegnamento di Cristina Pini, Anna Cislaghi e David Smid, ballerino internazionale che da un anno collabora con l’Accademia, partecipa anche a competizioni internazionali di danza irlandese e, in particolare, sia nel 2016 che nel 2017 si è qualificata rispettivamente terza e quinta per la propria categoria ai campionati europei, avendo così la possibilità di partecipare alle competizioni mondiali.

Altri corsi interessanti

Imparare a capire il contatto fisico, rotolare, cadere, seguire, sostenere, sollevare, le leve, le prese, il pavimento come sostegno. Esplorare le varie altezze alle quali ci si può muovere da soli, con uno o più partner. Usare il proprio peso e quello degli altri per una danza dove l’ascolto è fondamentale. Questo lavoro consente una conoscenza più profonda dell’imprinting genetico che guida i nostri gesti per poter poi modificare il nostro linguaggio corporeo. Un linguaggio che si sviluppa e cresce nel gruppo di lavoro e col gruppo di lavoro trasformandolo in una tribù che danza, in un clan capace di comunicare attraverso la danza la propria crescita di identità corporea. Il gruppo dei partecipanti sarà stimolato a indagare e percorrere i significati antropologici del gesto danzato, esplorando la parte etnica e tribale che è all'origine di ogni movimento e che in essa trova la parte più vibrante e ancestrale del suo comunicare.

ROCKABILLY

Il rockabilly ebbe breve vita a cavallo degli anni 50,  ma tornò in voga nella metà dei splendidi anni '70 più strepitoso che mai… poi soprafatto dall’evoluzione delle nuove mode subì un nuovo blackout per riconquistare assieme a tutte le danze swing, le piste odierne e l’anima dei giovani di oggi. E' una danza molto vivace grazie alla sua forte componente ritmica, in cui l’uomo guida la sua dama in evoluzioni di giri, lanci e acrobazie; il suo passo meno tecnico, si basa su una spiccata personalità istintiva che sprigiona uno speciale e accentuato gioco di molleggio e che permette di guidare la compagna con più disinvoltura e creatività, mentre la dama deve stare al passo pronta ricettiva e energica.

Tanto argentino dichiarato patrimonio dell'Umanità.
Nasce a Buenos Aires grazie all'immigrazione e al bisogno dell'incontro,  si potrebbe parlare dei tanti benefici fisici ma è l'abbraccio che caratterizza questa danza che fa emozionare e sognare, è l'equilibrio e la consapevolezza, è il linguaggio del corpo che si esprime attraverso la musica, ecco perchè oggi il tango si balla in ogni parte del mondo. Si avrà la possibilità di studiare questa danza con un grande maestro argentino dallo stile milonguero, alla scoperta delle sue più autentiche radici e tradizioni.

le prime lezioni prevedono l’insegnamento di divertenti danze di gruppo, prevalentemente appartenenti alla tradizione popolare del Nord Europa; sono danze semplici, ma propedeutiche all’apprendimento dei ritmi e dei movimenti che serviranno per affrontare, successivamente, la maggiore complessità di quelle irlandesi. Gli allievi avranno la possibilità di ballarle sempre e ovunque durante i concerti, nelle serate danzanti e nei festival ormai presenti in tutta Italia. Con l’avanzamento del corso verrà introdotta la tecnica dei passi base irlandesi e si inizieranno a memorizzare le coreografie delle Céilí (danze di gruppo). Un piacevole diversivo nelle lezioni sarà rappresentanto dall’insegnamento di alcune danze in coppia.

Il corso introduce i partecipanti al metodo generale della danza persiana: figure, passi, movimenti fondamentali, principi guida e filosofia. Le diverse forme che la danza assume nelle regioni e nei paesi dell’area persiana rappresentano un universo inesauribile e affascinante, riconducibile ad una radice comune,antichissima e ricca di archetipi. La danza persiana trae ispirazione dalla relazione con la natura, dalla vita quotidiana e dai sentimenti umani, e si esprime in maniera simbolica attingendo all’interiorità del danzatore, che improvvisa liberamente raccontando storie a partire dallo stato d’animo del momento.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e a renderli il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizzando tali servizi e navigando i nostri siti, accetti implicitamente il nostro utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni sui dati registrati dai cookie, si prega di consultare la nostra Privacy Policy.